1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (5 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...


Casatiello Napoletano

Un piatto tipico delle feste di Pasqua non puo’ mancare sulle nostre tavole. In effetti sono due i piatti tipici della tradizione napoletana. Uno e’ un dolce: La Pastiera.
Ma quello di cui voglio parlare ora ├Ę la ricetta del Casatiello Napoletano.

Ne ho preparato uno ieri e purtroppo e’ gia’ finito. Era talmente buono che l’abbiamo fatto fuori tutto e subito. ­čśë

 

 

 

La ricetta tradizionale del Casatiello Napoletano

Di Presta Pubblicata: aprile 6, 2015

  • Resa: 6 (5 Persone servite)
  • Preparazione: 30 minuti
  • Cottura: 2 ore 0 minuto
  • Pronta In: 7 ore 30 minuti

Preparare il Casatiello napoletano e' un tantino impegnativo. Non tanto per difficolta' strane in quanto non ce ne sono, piuttosto per il fatto che, se non avete una buona impastatrice o planetaria si tratta di un bel lavoro manuale. Ma ora procediamo.

Ingredienti

Istruzioni

  1. Primo Passo
    La prima cosa da fare e' preparare il lievitino. Quindi mettere nella ciotola della planetaria 90 gr. di farina, 100 gr. di acqua ed il lievito. (Gli ingredienti vanno presi dai quantitativi totali).
    Quindi mescolare bene fino ad ottenere una cremina liscia e senza grumi.
    Coprire con un panno e lasciare lievitare per 40 minuti.

  2. Secondo Passo
    Trascorsi i 40 minuti, aggiungere al lievitino la farina setacciata e l'acqua e cominciare ad impastare con la frusta K della planetaria.
    Aggiungere la sugna molto morbida un poco per volta facendolo assorbire prima di aggiungerne altro fino ad esaurimento.
    Sostituite la frusta K con il GANCIO.
    Aggiungere quindi il sale ed assorbire ed infine il pepe.
    Mescolate fino ad incordare l'impasto.
    Dovrete ottenere un bel panello morbido ed elastico. Se vi sembra troppo appiccicoso aggiungete un pochino di farina, ma non troppa.
    Versate l'impasto su piano con un poco di farina e date un paio di giri con le mani. Mettetelo quindi in una ciotola e copritelo con un panno.
    Ponete il tutto nel forno che avrete appena appena intiepidito a 30 gradi per un paio di minuti.
    Lasciate lievitare l'impasto del casatiello napoletano per almeno 3 ore. O comunque almeno fino a quando non e' triplicato.

  3. Terzo Passo
    Quando l'impasto e' lievitato triplicando il suo volume, versatelo sul piano con un poco di farina, tagliatene un pezzetto da 60 gr. e conservatelo per farne delle striscioline da posizionare sulle uova piu' tardi. Apritelo con le mani senza schiacciarlo.
    Aggiungete una parte di vari ingredienti del ripieno e amalgamate delicatamente ma con decisione fino al completamento.
    Il ripieno deve essere ben mescolato all'impasto.
    Formate ora un bel cilindro lungo quanto l'interno della teglia da 28 cm.
    Stendete un poco di sugna nella teglia ed adagiate il cilindro al suo interno.
    Coprite la teglia con un panno e rimettetela nel forn. Lasciate lievitare per almeno 1 ora e mezza.

  4. Trascorso il tempo necessario, posizionate le 5 uova sull'impasto ad una distanza equivalente e ricopritele con le striscioline di impasto.
    Battete il tuorlo e passatelo sull'impasto.
    Mettete la teglia in forno sul piano in basso (non sulla base) ed accendete a 100┬░. Lasciate cuocere per 1 ora.
    Dopo 1 ora aumentate il forno a 150┬░ per 30 minuti.
    Dopo 30 minuti alzate il forno a 200┬░ per 15 minuti.
    Infine poggiate la teglia sulla base del forno e lasciate cuocere per 10/15 minuti.
    Controllate sempre la cottura durante tutto il tempo senza aprire il forno prima di 45 minuti. Alla fine fate la prova coltello per vedere se e' cotto al punto giusto.
    Togliete il casatiello napoletano dal forno e lasciatelo intiepidire.

  5. A questo punto il casatiello napoletano e' pronto per essere divorato... Gnammmmm ma quanto e' buono.... :)

  6. Purtroppo non sono riuscito a fare le foto di tutti i vari passaggi, ma come potete vedere quelle finali sona davvero invitanti.

    Buona Pasqua a tutti e buon casatiello napoletano.



Presta

Mi piace tanto cucinare. Da quando ero giovanissimo mi sono sempre cimentato a creare pietanze soprattutto per soddisfare il mio palato. Mi piace soprattutto realizzare piatti partendo da cio’ che ho in frigo ed in dispensa. Cucino a livello amatoriale ma con grande passione.

Lascia un commento