1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (7 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...


Le Graffe come quelle del bar

Uno dei miei dolci preferiti è la Graffa. Ricordo che quando ero bambina la domenica oppure il sabato sera i miei genitori portavano me e mio fratello al parco giochi che si chiamava Edenlandia.

Un posto magico per i bimbi con tanti giochi e giostre. Ci divertivamo un mondo, ma se devo essere sincera, il ricordo più bello è quello della graffa. Infatti c’era un piccolo chiosco all’interno del parco, che sfornava continuamente le graffe calde. Non so quale fosse la ricetta, ma vi assicuro che parlando soltanto di quelle graffe fantastiche mi viene ancora l’acquolina in bocca.

Ovviamente non potevo rinunciare a quelle buonissime leccornie per cui mi sono impegnata a realizzare la ricetta delle Graffe che più si avvicina a quel ricordo.
La ricetta di oggi è proprio quella delle graffe come quelle del bar.

Queste buonissime graffe come quelle del bar possono essere gustate anche in un menù di carnevale accompagnate da un buon sanguinaccio (o cioccolaccio). Ma comunque sono ottime in qualsiasi occasione.

Le Graffe

Di Laura Pubblicata: settembre 10, 2015

  • Resa: 9 pezzi (4 Persone servite)
  • Preparazione: 15 minuti
  • Cottura: 5 minuti
  • Pronta In: 3 ore 50 minuti

Uno dei miei dolci preferiti è la Graffa. Ricordo che quando ero bambina la domenica oppure il sabato sera i miei genitori portavano …

Ingredienti

Istruzioni

  1. Mettere nella ciotola le farine, lo zucchero ed il lievito sbriciolato ed impastare per qualche secondo. Intiepidire l'acqua con il latte ed aggiungere lentamente mescolando a bassa velocità. Aggiungere gli aromi ed amalgamare. Unire l'uovo ed amalgamare bene. Aggiungere il burro morbido ed il sale ed impastare a velocità media per 10/15 minuti fino a quando l'impasto risulta liscio e soffice.

  2. Mettere quindi l'impasto in una ciotola, ricoprire con pellicola trasparente a contatto e lasciare lievitare in luogo caldo (nel forno appena intiepidito 30°) almeno per 2 ore e mezza.

  3. Trascorso il tempo, versare l'impasto sulla spianatoia leggermente infarinata e stenderlo ad 1 cm. Aiutandovi con un coppapasta da 8/10 cm. di diametro (a seconda della grandezza che preferite), formate dei cerchi per ottenere le graffe come quelle del bar.

  4. Usando un'altro coppapasta piccolo da 3/4 cm. togliete l'impasto dal centro dei cerchi. L'impasto ricavato col coppapasta piccolo potete metterlo in una teglia. Lasciate riposare le graffe come quelle del bar ed i cerchietti per 1 ora fino al raddoppio.

  5. Trascorso il tempo di lievitazione, potete cominciare la cottura delle graffe come quelle del bar.
    Mettere l'olio di semi di arachidi in una padella stretta ma alta. Portare l'olio a temperatura. In una ciotola larga mettete lo zucchero semolato. Quando l'olio è abbastanza caldo cominciate a friggere le graffe qualche minuto per lato, fino a quando diventano leggermente dorate. A questo punto prendete la graffa e passatela nella ciotola con lo zucchero fino a ricoprirla tutta. Ponetela poi in un vassoio. Ripetere l'operazione per tutte le graffe e per i cerchieti piccoli.

    Ed ecco a voi pronte le graffe come quelle del bar, buonissime come una volta. Gustatele ancora calde sono una delizia.
Laura

Adoro cucinare, ma soprattutto gustare le ricette saporite che prepariamo. Voglio condividere con tutti voi questa mia passione.

Facebook Twitter 

2 commenti

Lascia un commento